Anna Molnar

Il 9 marzo del 1953 H. Spaak, presidente dell’Assemblea ad hoc consegno il progetto elaborato al presidente del Consiglio dei ministri della CECA. Bidault, il ministro francese l’accetto con parole caute, mostrando che non era soddisfatto per il progetto e ci volevano ancora degli emendamenti.

Spinelli accolse il progetto malgrado i suoi difetti, sapendo che tale atto poteva essere il promotore dell’unificazione politica. secondo lui l’ „avviso conforme dei ministri, la definizione incompleta delle competenze militari della Comunita, la ponderazione nelle rappresentanze parlamentari e la rigidita nella revisione costituzionale” erano i quattro difetti fondamentali del progetto, poiche lasciava la possibilita di creare una Confederazione e non una Federazione. Ma si rese conto che i risultati piu notevoli del lavoro dell’Assemblea ad hoc erano l’accettazione della Camera dei Popoli eletta direttamente.

Il marzo del 1953 mori Stalin. La paura dal militarismo sovietico rappresentato dalla politica di Stalin era il promotore del processo dell’unificazione politica e militare. Dopo l’accettazione del progetto della Comunita politica da parte dell’Assemblea ad hoc cominciarono le lunghe trattative tra i governi dei Sei sul progetto. I cambiamenti nella politica internazionale e in quella interna degli Stati promotori, come la Francia e l’Italia (l’allontanamento di Schuman dagli Esteri, la caduta del governo Mayer in Francia e il fallimento elettorale di De Gasperi) resero piu incerto il futuro della CED e della Comunita politica. Il cambiamento del clima internazionale conduceva alla caduta della CED e della CPE.

Come afferma Spinelli, l’integrazione era una risposta alla minaccia sovietica. „la guerra fredda ha obbligato i Paesi del mondo libero aprendere iniziative che hanno avviato una vera e propria rivoluzione nel mondo democratico. (…) Nell’Europa continentale si e avviato il processo dell’unificazione federale.” La politica di Stalin accelerava questo processo. „Molti hanno subito questo processo solo in ragione della paura che avevano dell’aggressione sovietica. Non appena questa paura si attenua sono pronti a sollevare di nuovo il capo per arrestare uno sviluppo che odiano dal fondo del cuore con tutte le loro forze.” La realizzazione della difesa comune divenne cosi superflua dopo la morte di Stalin. Ma secondo l’opinione di Spinelli, malgrado la minaccia attenuante, sarebbe stato necessario continuare l’unificazione per rafforzare la civilta libera.

Spinelli riteneva che il comunismo fosse solo una degenerazione di una rivoluzione democratica. Il bisogno di espansione permanente, la sospettosita e l’aggressivita caratterizzavano la politica estera dell’Unione Sovietica. Secondo Spinelli queste caratteristiche erano le particolarita naturali di un regime totalitario, come quello sovietico.

Malgrado i cambiamenti internazionali, durante il 1954, la CED fu ratificata in quattro Paesi europei: in Germania e nei Paesi Benelux. Ma in Italia e in Francia il processo non andava cosi facilmente. In Italia il governo Pella collegava la questione della ratifica della CED con quella di Trieste. Cominciarono i negoziati da parte della diplomazia italiana per riprendere Trieste. Nel frattempo il governo italiano decise di aspettare la ratifica della CED in Francia prima di proporla alla Bicamerale. La situazione politica in Francia non era favorevole all’approvazione della CED. Il governo Mendes France porto il progetto della CED all’Assembleanazionale, ma quella non lo approvo. Questo porto al fallimento dell’ unificare l’Europa in una Federazione.

Il risultato del lavoro dell’Assemblea ad hoc era la redazione del progetto di statuto della Comunita politica europea. Dopo la sconfitta della CED, Spinelli era convinto che i governi non fossero piu favorevoli alla realizzazione di uno Stato soprannazionale, per cui prese un’altra strada per realizzare il suo obiettivo, ossia cercava di mobilizzare l’opinione pubblica dal basso, coinvolgendo l’opinione pubblica e non quella dell’elite politico.

Dopo la creazione della CECA (1952), nel 1957, furono formate la Comunita europea per l’energia atomica (CEEA) e la Comunita economica europea (CEE) Si trattava di organizzazioni con finalita di integrazione prima di tutto economica e non politica. Spinelli riteneva che il Trattato di Roma avesse un carattere pseudo soprannazionale, criticando tutti gli patteggiamenti europeistici dei sei governi.

Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

You may also like...