Anna Molnar

De Gaulle affermava che la CED implicasse „la rinascita dell’esercito tedesco, la prospettiva di un ridimensionamento della nazione francese e la possibilita di un asservimento agli Stati Uniti.” In molti volevano l’adesione inglese alla CED, come garanzia contro il nazionalismo tedesco.

In Italia l’opposizione di sinistra, i filosovietici, erano contro ogni idea di sopranazionalita. Le resistenze al riarmo della Germania mettevano in rilievo la necessita del controllo democratico relativo alla CED. Secondo i criteri della democrazia, in mancanza di un governo europeo, era impensabile la creazione di un esercito soprannazionale.

Le iniziative di Pleven davano nuove forze ai federalisti che mettevano in rilievo la necessita di un controllo democratico delle autorita specializzate.

Tra il 18 e il 20 aprile del 1951 fu convocata a Lugano una conferenza internazionale dei federalisti, dove decisero una campagna per la realizzazione dell’Assemblea costituente europea. Spinelli fu il responsabile di quest’azione. Un comitato di giuristi (Calamandrei, Naviasky, Scelle, Spinelli – redattore) elaborava un modello di trattato per la costituente.

„Da alcuni giorni sono di ritorno da Lugano, col titolo di delegato dell ‘UEFper la campagna in favore della Costituente europea. Mi trovo cost a dover dirigere un’azione europea, con organizzazioni nazionali scarsamente efficienti (…) Ε questo forse l’impegno piu pazzesco che mi sia mai assunto: condurre un ‘azione su scala europea, basandomi solo su un pezzo di carta, il progetto di trattato di Lugano. Se l’operazione non dovra riuscire, penso che non varra molto la pena che mi occupi ancora di azione federalista. Ma prima di abbandonare l’impresa voglio arrivare fino al limite piu disperato.”

Secondo Spinelli, era impensabile la creazione di un’unificazione economica senza uno Stato federale democratico. Infatti prima della realizzazione della CED era necessaria la fondazione costituzionale dello Stato federale europeo, per cui la costituente anticipata era indispensabile.

In Germania la Ruhr era sottoposta ad una Autorita internazionale, la Saar era affidata in amministrazione fiduciaria alla Francia con uno statuto speciale. La Germania era divisa, occupata e non aveva esercito. Dopo la seconda guerra mondiale non e stato firmato nessun trattato di pace con la Germania, di conseguenza questo Paese non aveva nessuna sovranita da perdere. Durante questo periodo sia il governo francese che quello tedesco erano pronti alla creazione di un’autorita politica.

All’influenza di Spinelli, De Gasperi riusci a convincere gli altri primi ministri europei per inserire nell’articolo 38 del progetto di trattato una garanzia di un quadro politico istituzionale alla Comunita di difesa, non escludendo la possibilita di realizzare la federazione europea.

L’articolo 38. affidava in particolare all’Assemblea provvisoria della CED il compito di studiare: 1.) „la costituzione di un’Assemblea della CED, eletta su base democratica. 2.) i poteri di cui dovrebbe essere investita tale Assemblea. Ma soprattutto, esso definiva i principi ai quali l’Assemblea avrebbe dovuto ispirarsi nel corso dei suoi studi: l’organizzazione di carattere definitivo che si sostituira alla presente organizzazione provvisoria, dovra essere concepita in modo da poter costituire uno degli elementi di una struttura federale o confederale ulteriore fondata sul principio della separazione dei poteri e comportante, in particolare, un sistema rappresentativo, bicamerale.”

In quel momento sembrava che l’Europa prendesse la strada verso uno stato federale. I movimenti federalisti stimolati dalla possibilita dell’articolo 38. cominciavano una nuova campagna per la Costituente europea. Nel 1951, Henry Spaak, presidente dell’Assemblea consultiva, deludendosi dell’inattivita e disinteresse di quel organismo diede la dimissione dal suo mandato. Comincio a lottare per l’Europa federale al di fuor di quell’organizzazione.

La collaborazione tra Spinelli e Spaak comincio nel dicembre del ’51. Spinelli consigliava la formazione di un Comitato d’iniziativa per la Costituente Europea. Egli era convinto che non bastava l’appoggio dei movimenti federalisti e dei politici, ma era importante anche il coinvolgimento di larghi strati sociali. I Comitati furono creati per studiare i problemi giuridici dell’unificazione politica. Il loro presidente era Henry Spaak.

Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

You may also like...